Ai fini delle attivitą di previsione e prevenzione, il CF Regionale ha suddiviso i bacini idrografici di propria competenza in ambiti territoriali significativamente omogenei per l'atteso manifestarsi nel tempo reale della tipologia e della severitą degli eventi meteoidrologici intensi e dei relativi effetti.

Tali ambiti territoriali sono denominati Zone di allerta (Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 febbraio 2004).